Mun. VI (ex VIII): la Giunta Scipioni è la Giunta della vergogna, come previsto

Chi sono i nuovi Assessori del Municipio VI (ex VIII) di Roma? In rete gira già qualche protesta, ma fin qui nessuno ha fatto i nomi. Provvedo io:

– ai Servizi Sociali (delega importantissima per un Municipio) va la figlia di Antonio Madama, Assessore PDL della precedente Giunta Lorenzotti, appartenente allora alla cordata di Samuele Piccolo, che nel frattempo è transitato col suo sodale Ezio D’Angelo (unico politico locale inquisito all’epoca dello scandalo che coinvolse Piccolo e famiglia) e con tutto il resto della truppa al PSI. E’ utile notare che il Consigliere municipale eletto dal Partito Socialista, tale Reale, è il nipote di Madama. Stiamo parlando dello stesso Antonio Madama che negli anni ’90 ammise di aver incassato un’ingente somma di denaro per votare il Presidente della Circoscrizione (che all’epoca veniva eletto dal Consiglio);

– alla Scuola e alla Cultura va un’altra figlia di! Si tratta stavolta di Andreina Di Maso, figlia dell’ex Consigliera municipale Livia De Pietro. Andreina Di Maso è stata candidata, ma non eletta, nella lista PD;

– all’Urbanistica va Verticchio (Lista Civica), anziano collaboratore personale dell’ex Consigliere Regionale ed ex Presidente del Municipio Giuseppe Celli, di cui ho avuto recentemente modo di parlare a proposito dell’elezione della figlia Svetlana in Consiglio Comunale (leggi anche qui);

– ai Lavori Pubblici va Vittorio Alveti (PD), che entra in giunta dopo una ventina d’anni di Consiglio!

– allo Sport va Valter Mastrangeli, Consigliere municipale, oggi PD, dopo aver trascorso la consiliatura precedente tra Gruppo Misto e API, oltre a collezionare un nutrito book fotografico in assemblee pubbliche con l’ex Sindaco Alemanno;

– da ultimo, al Bilancio va Daniele Palmisano, proveniente da San Giovanni (Municipio VII, ex IX), componente della Segreteria PD di Roma e fac totum della cordata di Umberto Marroni interna al PD, cui lo stesso Scipioni fa capo. Palmisano sarà Vicepresidente.

La composizione della Giunta conferma in toto le facilissime previsioni che nelle settimane scorse avevo affidato ad altri post su questo blog. Traspare con evidenza la concezione padronale e familistica del potere che è propria del Presidente Scipioni, assieme ad un degrado della politica locale che si fa strumento per la sistemazione di interessi personali e familiari che si hanno a cuore. Avvilisce il fatto che le sole tre donne che il Centrosinistra del Municipio abbia eletto o nominato (anche la Presidente dell’Aula consiliare, Ambra Consolino, è figlia di un ex Consigliere PD) svolgano di fatto il proprio compito per merito e per conto dei genitori! Si palesa l’accordo con i transfughi della precedente amministrazione, per altro i peggiori da un punto di vista dell’etica pubblica, Madama e D’Angelo, che fu fondamentale per vincere le primarie dello scandolo. Si rende evidente che il tempo dell’autonomia della classe dirigente locale è finito, in quanto il Presidente Scipioni deve la propria elezione alle finanze e alla protezione fornitegli dalla cordata cittadina di Umberto Marroni e in considerazione di ciò è tenuto ora a corrispondere.

Le questioni di cui parlo erano note a tutti, nel Partito Democratico di Roma e del nostro Municipio. In tanti hanno emulato gli struzzi, affondando la testa sotto la sabbia: costoro sono responsabili di questo degrado quanto chi lo ha compiuto.

sbiadito

________________
Se vuoi saperne di più leggi anche i miei post del 11 aprile 2013, del 18 maggio 2013 e del 31 maggio 2013

Annunci

6 thoughts on “Mun. VI (ex VIII): la Giunta Scipioni è la Giunta della vergogna, come previsto

  1. Fonti diverse riportano una distribuzione differente delle deleghe. Mi scuso fin d’ora se qualcosa non corrispondesse. Proverò ad approfondire ed eventualmente correggere. Tutte le fonti confermano i nomi.

  2. Grazie per la chiarezza. E’ sempre utile avere una più ampia conoscenza dei soggetti che ci governano, ad ogni livello.

  3. Pingback: E una cosa brutta. | NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE

  4. Pingback: Il centrosinistra peggiore. Nel VI (ex VIII) municipio di Roma. | GiulioCavalli.net

  5. Grazie per le tue delucidazioni,ma come si vede i politici non cambiano il loro modo di fare politica,cambiano solo i nomi e cognomi.Solo i portavoce del M5S portano avanti L’ONESTA’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...